L’impegno della Confraternita nel ridare un nuovo albero a Piazza della Quercia

IMG-20161020-WA0008

Il 5 dicembre 2015 scorso con una decisione che aveva causato non poche proteste nel centro di Roma, a piazza della Quercia, era stato tagliato l’albero che dava il nome all’omonima piazza. Una decisione che aveva causato non poche proteste come quella del noto attore Alessandro Gassmann che aveva lanciato su Twitter un appello per la sua ripiantumazione.  

Il sospetto era che tra le cause del deperimento della quercia ci fossero i lavori di ripavimentazione della piazza eseguiti qualche anno prima, che avrebbero causato un progressivo soffocamento dell’apparato radicale. 

La Confraternita Santa Maria della Quercia dei Macellai di Roma, che da sempre ha la propria sede nella piazza, ha deciso di impegnarsi per riportare un nuovo albero al posto di quello tagliato. Per evitare possibili errori nel riposizionamento è stato fatto un progetto di rimessa a dimora di un nuovo albero di concerto con il Servizio Giardini e il Primo Municipio del Comune di Roma, in collaborazione con l’Ordine degli Agronomi. 

Il 23 aprile 2016  il nuovo albero, un leccio, è stato posizionato nell’esatto punto dove già aveva sede il precedente e proprio nella Giornata della Terra, la più grande manifestazione ambientale del pianeta, momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

A perenne ricordo della pregevole iniziativa è stata realizzata una lapide in marmo, poi posizionata alla base dell’Albero all’interno di una aiuola curata dalla Confraternita di Santa Maria della Quercia dei Macellai di Roma.

Confraternita S. Maria della Quercia dei Macellai Onlus

P.za della Quercia, 27 – 00186 Roma